avv.brunocervone@libero.it

+39 3467711499

+39 3928803556

Lun-Ven 10-22

MISURE CAUTELARI – Cassazione n. 44370

Secondo la recente sentenza della Cassazione penale n.44370/2017 ai fini della applicazione delle misure di prevenzione antimafia  non è rilevante il trascorrere di un lasso di tempo rilevante tra il giudizio penale di condanna e quello di prevenzione, potendo il Tribunale delle Misure di Prevenzione  desumere la pericolosità sociale dal contenuto della sentenza stessa di condanna per il delitto di cui all’ art.416 bis e dalla assenza di prove sulla cessazione della sua pericolosità.

44370

 

Comments (0) Uncategorized

Read more

Bancarotta per distrazione, non vale il ne bis in idem se avviene con più azioni

  • La Corte di Cassazione con la sentenza n.42834 del 19 sett.2017 del nel ribadire il  concetto che il divieto del ne bis in idem ha assunto il rango di principio generale dell’ordinamento processuale ed è pos42834to a tutela anche dei diritti fondamentali dell’imputato ha, affermato che nel caso  di reato di bancarotta  per distrazione quando le condanne(anche se relative allo stesso marchio) riguardano azioni commesse in tempi diversi dal legale rappresentante di due società fallite e sono differenti rispetto ai patrimoni impoveriti e alle masse creditorie colpite non si configura il ne bis in idem trattandosi di due reati differenti.

Comments (0) Uncategorized

Read more

Accertamento – Falsa rappresentazione nelle scritture contabili – Dichiarazione fraudolenta

Oltre che dall’indicazione di un ammontare di elementi positivi inferiore a quello effettivo o dall’indicazione di un maggiore ammontare di elementi passivi, il reato di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici può dirsi integrato solo se sussiste il dolo specifico di evadere le imposte in base ad una falsa rappresentazione delle scritture contabili avvalendosi di mezzi fraudolenti in grado di ostacolare l’accertamento

 

Comments (0) Uncategorized

Read more